Prima dei Radiohead: un caso diverso ma esemplare


Tempo fa ci fu un piccolo esperimento (di marketing, soprattutto) che riguardava nuove modalità di diffusione della musica, senza bisogno del filtro e dell’intermediazione di una casa discografica, come nel caso di In Rainbows dei Radiohead. Si trattava del famigerato 45:33 degli LCD Soundsystem, un album composto da un’unica traccia di (indovinate un po’?) quarantacinque minuti e trentatrè secondi che fu venduto solo su iTunes, al prezzo di 9,99 dollari. In questo caso James Murphy ha scelto di fare a meno di una casa discografica ma si è appoggiato al negozio di musica online più potente e diffuso al mondo, vendendo il suo disco solo attraverso quel canale (escludendo quindi altri negozi online, ma con la promessa di pubblicarlo su supporto fisico dopo qualche mese). Si trattava comunque di una piccola “rottura” che non è stata segnalata a dovere. Del resto in questo caso l’elemento di marketing risultava determinante, perché il disco era stato commissionato dalla Nike come colonna sonora per fare jogging. Un disco griffato, insomma. Straordinario da un punto di vista strettamente musicale – un’epopea dance rock assolutamente visionaria – risultava interessante anche per il suo lato smaccatamente mercenario e come esperimento di commistione, tra le strategie di una multinazionale delle scarpe ed uno dei progetti musicali centrali per definire gli anni zero.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: