Riccardo Sinigallia a Cagliari

Riccardo Sinigallia sarà anche ospite durante una puntata extra di On Repeat, in onda in diretta venerdì alle 17 circa, per un’oretta. On Repeat poi andrà in onda normalmente anche sabato dalle 18 con uno speciale sul post punk.

sinigalliaimg0039-3.jpgUna rivista autorevole come Blow Up ha definito Riccardo Sinigallia “l’uomo che ha in mano i destini del pop italiano”. A questo punto occorrerebbe dare qualche notizia biografica per spiegare meglio chi è Sinigallia. È l’uomo che da produttore – anche se il termine è un po’ riduttivo – ha fatto emergere Nicolò Fabi e Max Gazzé, che ha definito l’alchimia musicale dei Tiromancino de La descrizione di un attimo – fino alla rottura con l’ex compagno di strada Zampaglione – e che in definitiva ha lavorato a fondo per l’evoluzione del linguaggio pop in Italia, forse come pochi altri in questi ultimi dieci anni. Sinigallia sarà in tournée in Sardegna, con un percorso che inizierà il 31 a Sassari al Giardino degli aranci, e proseguirà il giorno dopo a Cagliari all’Ex Ma e il 2 febbraio a Nuoro alla Casa delle dame, per la rassegna “D’autore: Autori tra suoni e parole” giunto alla seconda edizione con l’organizzazione di Kuntra. Live per pianoforte e voce, ad esaltare soprattutto la ricerca melodica dell’autore romano. Del resto il suo secondo disco solista uscito nel 2006, Incontri a metà strada, nasce proprio così, iniziando a suonare i pezzi al pianoforte, con un parziale abbandono del suo approccio precedente. “Il mio primo disco da solista seguiva un percorso che andava avanti da anni – dice Sinigallia. “La cosa che mi stimolava di più era scardinare le abitudini della forma canzone italiana, e quindi mi interessava molto partire dai campionatori, da tutte quelle sorgenti sonore che consentivano di uscire dalle convezioni armoniche e musicali della tradizione italiana. Nel secondo disco c’è stato il ritorno alla tradizione, quasi come per recuperare qualcosa che non avevo ancora approfondito ma che potrei sempre abbandonare, un domani”. Non a caso il suo secondo disco ha un approccio che – pur essendo sempre personalissimo – suona anche inevitabilmente più cantautoriale. Sinigallia si riconosce nella definizione di cantautore? “Se, come si dice a Roma, il cantautore è quello che se la suona e se la canta, sì, sono onorato di appartenere alla categoria. Ma non mi sento vincolato alla forma tradizionale della canzone, questo no”. In una intervista Sinigallia scherzava con una battuta forse un po’ amara: “il massimo è quando mi si accusa di copiare i tiromancino”. A questo punto la domanda inevitabile è se capiti ancora. “Una parte degli appassionati ha capito come stanno le cose. Poi c’è una parte di consumatori di musica occasionale che non sanno chi sono e quando mi sentono si riferiscono subito ai Tiromancino. Senza nulla togliere ai meriti di Zampaglione, questo è un genere musicale che io faccio da quando ho diciotto anni, e lui da quando mi ha conosciuto…”. L’ultimo disco suona meno cupo rispetto al suo predecessore: in che modo i due dischi si riflettono nella tua storia personale? “Ho sempre avuto una vena un po’ intima, riflessiva. Più vado avanti e più ho voglia di accentuare le cose positive che mi circondano, forse perché ne sento sempre di più la mancanza. Quando scrivo sono sempre sospeso e malinconico, la mia sfida è cercare di fare qualcosa di sempre più luminoso”. E in questa ottica come si spiega il titolo dell’album, “Incontri a metà strada?”“Il titolo iniziale doveva essere Compromesso. Avevo pensato a questo perché l’accordo musicale è un compromesso, per farlo devi rinunciare alla libertà di posizionare le chiavi delle corde come ti pare. Devi usare una convenzione. Allo stesso modo per vivere a Roma, in Italia, in Europa, devi confrontarti con la realtà che ti circonda. Con un compromesso, come un incontro a metà strada. Poi ogni canzone parla di incontri. L’incontro è la soluzione migliore per vivere oggi”. Pubblicato oggi ne Il Sardegna

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: