La trentanovesima puntata

Ma come si fa a raccontare questa puntata? Tanto più che ne scrivo ad una settimana dalla messa in onda, senza averla riascoltata ma avendola vissuta come poche altre, con una lunga coda di tormentoni, risate da piegarsi in due, rievocazioni quasi mitiche. È stata una di quelle puntate che ti diverti a fare in studio con un po’ di amici. Marcello che parla di semina e selciati. Altri che si rinfacciano scioglimenti e autoscioglimenti. Assist e palle. Melis plumcacke. Almeno un minuto di silenzio perché nessuno riusciva più a parlare: colpa della risata isterica collettiva, quella situazione in cui tutti si piegano dalle risate (a lacrime) senza riuscire a parlare o a sollevarsi. Per questo lo devo dire: la puntata più divertente mai vissuta dall’interno. Il simbolo della puntata sono le due foto che ho messo.
Per quanto riguarda invece il resto, la ratio della puntata era cercare di recuperare un po’ di band non emerse che circolavano tra il 1994 e il 2004, e provare a raccontarle. Andando alla ricerca dei semi dell’attuale fermento. Insieme a Luca Zoccheddu e a Mattia Mulas, con Nicola che faceva foto, Davide che faceva video, Marcello e Francesca che se la ridevano. È stata una puntata bella, molto sentita, molto apprezzata – per questo mi rompe ancor di più le palle che i “problemi tecnici” abbiamo spezzato così la replica, che spero di poter recuperare al più presto. Doveva essere una cosa isolata, ma forse in futuro faremo altre puntate simili. Magari con qualche percorso più mirato. Spero al più presto di mettere la scaletta, che comunque comprendeva (tra gli altri, a memoria): Arte del Fallimento, Trust Me Not, Half, Radio Kills, Adaline, Melanie, Cue Lie, Dyoniso, Beethoven e diversi altri. Presto scaletta vera e propria e – spero – notizia della replica.

Una Risposta to “La trentanovesima puntata”

  1. consuetudine Says:

    io questo podcast lo voglio a tutti i costi.
    cue lie e beethoven mi causano aumento della secrezione lagrimale e brufoli adolescenziali e una voglia di prendere a calci nel culo quei 14anni “pieni di bile da regalare”.

    lucciconi per voi..

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: