Pitchfork Feature: Guest List: On Repeat

Non potevo non farlo. Nonsischerzapiù lancia il giochino, indiessolvenza lo rilancia e io raccolgo con entusiasmo.
La guest list di Pitchfork virata sull’ombelicale. Anziché aspettare che facciano l’intervista (un esempio: questa, la prima che ho beccato), te la fai da solo. Ecco qui. (Sotto segnalo un post freschissimo su Dente)

>> Canzoni preferite dello scorso anno

Shins, Australia. È una canzone assolutamente perfetta, e poi riesce ad appagare in pieno il mio lato Scrubbs/J.D.

Deerhoof, Plus 81. Choo choo choo choo choo beep beep.

M.I.A., Paper Planes. Canzone caramellosa e cantilenante costruita su un sampler di Straight to Hell dei Clash. Tormentone personale e canzone di cui ancora oggi non posso pensare di poter fare a meno.

Panda Bear, Bros. Una melodia pop folkeggiante (il correttore automatico di word insisteva sul “folleggiante”, non aveva torto) mandata in loop per dodici minuti. Un pezzo tutto pieno di echi e di spazi. I Beach Boys che escono fuori da una strana incrostazione temporale.

Burial, Raver/ Battles, Atlas. Epocali.

>> Vecchie canzoni preferite in questo momento.

Microphones, The Glow Pt 2. Mi è venuta in mente subito perché l’ho messa in radio qualche settimana fa ed è uscita la ristampa del disco proprio in queste settimane su K Records.

Neutral Milk Hotel, Oh Comely. Più o meno stessa motivazione, quest’anno si celebrano I dieci anni dall’uscita di In an Aeroplane over the Sea…

Mercury Rev, Holes. Perché frugando sull’hard disk sono entrato nella cartella dei Mercury e questa canzone è così miracolosamente bella che l’ho dovuta ascoltare tre volte di seguito per capacitarmene.

Scott Walker, Farmer in the City. È il pezzo più normale di Tilt, uno dei dischi meno normali della storia del – ehm – “rock”. Un pezzo sostenuto da melodie di archi che crescono sotto la voce stentorea e sofferta di Scott. La dedica è tutta per Pierpaolo Pasolini.

The Streets, Let’s Push Things Forward. Reggae stilizzato da videogame, trombe mariachi di una desolazione infinita, Mike Skinner che rappa le sue cose. Per ricordare come il grime all’inizio fosse una cosa davvero molto bella.

Gun Club, For the Love of Ivy. You look just like an Elvis from hell. Il punk più viscerale che si impasta con la tradizione più remota del blues, con il voodoo, con l’alcoolismo terminale di Jeffrey Lee Pierce. Uno dei pezzi più psicotici che io ricordi.

>> Nuovo gruppo preferito.

Fuck Buttons. Non lo definirei un gruppo, essendo un duo. Ma non andrei così sul sottile.

>> Canzone preferita di sempre.

Non lo so, ma quando ci penso la prima che mi viene in mente è Where Is My Mind? dei Pixies. Boh?

>> Miglior concerto visto di recente.

Vabbé, quello dei Sunny Day Sets Fire al Mine festival.

>> Ultimo bel film visto.

Questo se lo spartiscono Non è un paese per vecchi e Il petroliere.

>> Ultimo bel libro letto.

Un bel po’. Diciamo allora, l’ultimo libro-della-mia-vita letto, La strada di Cormac McCarthy

>> Negozio di dischi preferito

Sound of the Universe a Soho, Londra. Non ci vado spesso, però.

>> Miglior acquisto dell’anno scorso.

T-shirts, soprattutto.

>> Miglior cosa combinata quest’anno.

La devo ancora fare.

>> Locale preferito

No, a questo non rispondo. Vado spesso al Preep, però.

>> Show preferito al momento.

Grey’s Anatomy!

>> Videogioco preferito al momento.

Non gioco più da anni, se dovessi riniziare mi butterei sul Super Mario degli esordi. Oppure su quei giochi bidimensionali che si trovavano a centinaia per il commodore su quelle vecchie cassettine che si compravano in edicola.

>> Programma radio preferito

E qui come si fa? Però quando ero tredicenne ascoltavo il DJ Time.

>> Suoneria

Sarà un po’ noioso ma la mia suoneria trilla e basta.

Tag: ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: