Uzi e costumi #3

beverly_hills1

Di Velvetuzi. Rubrichetta 2009: Elenco Sparso Di Gente A Cui Guardare Distraendoci Dalla Recessione Dirompente.
Cari amici di Onrepeat, i bloggers più cool  a fine anno hanno costruito delle classifiche sui dischi migliori del 2008, libri migliori del 2008, films migliori del 2008,  e via discorrendo. La sottoscritta, pur leggendo con interesse tali charts nemmeno nel 2008 è riuscita ad entrare nell’Olimpo dei bloggers più uptodate causa mancate hitlists e poca verve a fine anno (è risaputo che io detesto fine anno, se la gioca sempre con Ferragosto per il Trofeo “Il Divertirmi A Comando Inibisce Le Mie Difese Immunitarie”).
A tal proposito, per ovviare a questa terribile assenza di sbandieramento di opinioni mie personali che ha gettato nello sconforto non solo tutti voi, ma anche personalità di spicco come Barack Obama, Karl Lagerfield, Caroline Di Hannover, il cantante dei Franz Ferdinand, Milo Infante e mia zia Jolanda, ho deciso di redarre una piccola lista di personaggi che saranno di ispirazione, nel bene e nel male, nel 2009.
Rimane chiaro che è il mio modesto parere ma fareste meglio a tatuarvi la lista sul cuore.
Letteralmente.
Così, con infinita modestia.
1) Kate Lanspheare
Chi è? Chi sarà mai? Costei fa di mestiere la Fashion Director di Elle USA, adora portare in giro il suo curatissimo hairstyle platinato, indossare outfit rigorosi e far sbavare tutti i fashion blogger del pianeta.
Non sbaglia un colpo e, in codesto periodo di sbandamento Wintouriano (ma noi non ci crediamo poi tanto, giusto?) col faux pas dei panni sporchi della Aniston in copertina su Vogue USA (“What Angelina did was very uncool”…Roba da Ok Magazine, non da Bibbia Dello Stile), la testata nella quale milita la nostra Kate (Elle appunto) appare più seriosa e, si sa, i fashionisti adorano sentir parlare seriamente delle proprie puttanate.

2) Carine Roitfield
Altra addetta ai lavori (è la direttora di “Vogue France”) e icona di stile: tutto ciò che la Roitfield tocca diventa oro. Si circonda di collaboratrici che oramai tutti chiamano Le Voguettes: estremamente fashioniste, rifuggenti i brand più mainstream e amanti dei giovani talenti, dotate di gambe fini fini avvolte in leggings/calze nere/skinny più aderenti dell’epidermide,tacchi aggressivi e appeal mediatico nello stile della loro Regina Madre (l’unica, ad oggi, capace di far vacillare il trono del demonio pradato).
3) Jamie Hince
Perché quest’uomo è sempre vestito con un certo stile? Perché lo guardo e approvo? Ma perché una delle cose che mi piace di più in un uomo è il buongusto in fatto di donne, qualità che salva uomini mediocri o eleva esponenzialmente maschi già validi. Chiunque si accompagni a Cheit Moss, nel bene o nel male riceverà attenzione (non per niente Lila Grace ha come papà Jefferson Hack, direttore di Dazed&Confused) e quel cretinetto di Pete Doherty era l’eccezione che conferma la regola (anche se, dai, un pò mi metteva allegria quel ragazzo!). E pur non essendo una grande estimatrice dei Kills approvo l’altra donna della sua vita: Allison Mosshart (che, per inciso, pare non sopportare la Moss e abbia addirittura chiesto che alla modella non fosse consentito l’accesso al backstage di Glanstonbury…Per ora nessun catfight segnalato ma io non perdo le speranze…).
4) Wayne Coyne
Fa ogni sorta di  adorabile minchiata benvestito. Ci sarebbe tanto da dire sul Signor Coyne nel frattempo che aspettiamo il seguito di “At War With The Mystics” ma è sufficiente guardare un qualsiasi video live dei Flaming Lips. Se avete bisogno d’altro, beh, tornate a leggere Grand Hotel e ringraziate che, per il momento, non detengo il potere. Sarete costretti ad una Terapia Ludovico a base di Vhs di vecchie puntate di Crème Caramel di Pingitore non appena sarà effettuato con successo  il golpe che sto organizzando con Marc Jacobs, Kanye West (che si comporta come se fossimo già a capo della Via Lattea rilasciando dichiarazioni deliranti e disegnando scarpe così così per Louis Vuitton), il Maestro Pregadio (già vittima di una vergognosa defenestrazione da parte di Vince Tempera che sarà presto dichiarato Nemico dell’Impero), Lele Mora e BatRoberto.
5) Costantino della Gherardesca
Noblesse Oblige. Fra le altre cose perché invitato su Most, il programma di Mtv condotto dalla voce di Francesco Mandelli che vi ha fatto rimpiangere il virus del vaiolo, durante una puntata dedicata a Laura Pausini, dopo un pippotto sul fatto che essa è stata la prima donna della storia a riempire lo stadio di San Siro (ma solo perchè Tera Patrick non ha ottenuto i permessi dal Municipio e dalla Protezione Civile) così, serissimo, commentava:
“Il fatto che Laura Pausini abbia riempito San Siro è indicativo del fatto che il Sistema è marcio.”.
6) I personaggi di Beverly Hills 90210
C’è un revival dei ’90 in giro. Chi l’avrebbe mai detto? La nuova versione del serial che ci ha appassionati tutti sta ottenendo un discreto successo ma non bisserà l’originale. Tornerà l’Old School. Ne sono prova le playlist dei DJ’s più “fichi” rispolveranti la dance di quell’ameno periodo in cui scoprivo i 501, la calza nera  al ginocchio con gli anfibi e, datosi che andava lo stile Heroin Chic cozzante con la mia deposizione di adipe su un organismo esteticamente fuori controllo, non mi rimanevano che i camicioni a quadri di mio padre e il dedicarmi allo studio nel frattempo che le compagnette cui gli ormoni avevano donato foggia gradevole e scia di ferormoni si limonavano gli oggetti del mio desiderio.
La mia unica rivincita era il ciuffo alto mantenuto in vetta da litrate di lacca Splend’Or. Ricordo ancora l’iter parrucchieristico necessario per dargli un volume stellare.
Se davvero tornerà il revival anni ’90 non ce ne sarà per nessuno.
Intanto, grazie a Rai4, mi dedico al ripassino degli stili dei protagonisti più influenti:
Brandon: L’Acconciatura ( i capelli non gli si sarebbero spettinati nemmeno a camminare vestito da Pulcinella vicino alla sede degli Sconvolts).
Brenda: La Pancia Scoperta (pancia anni 90= porzione anatomica compresa fra una linea passante sopra il margine superiore della cicatrice ombelicale e la porzione inferiore del seno).
Donna: Il Ciuffo Definitivo.
Dylan: La Postura (testa reclinata da un lato, camminata ballonzolante, e espressione del viso schifata a metà tra Victoria Beckham di fronte ad una bistecca e Caterina Balivo di fronte ad un dizionario).
Kelly: L’Andazzo Cocaineggiante/Rehab Friendly (Kelly mi è tornata in auge da un po’).
David: Il Colore Abbinato Da Steve Wonder. (Sappiate che per reggere gli outfit di David mi faccio di xamamina).
7) Cristophe Decarnim per Balmain
Stilista che lavora per una maison molto importante senza troppi imbarazzi, proponendo una collezione che, personalmente, ho amato molto.
(Il ritorno poderoso delle spalline più in teoria che in pratica in realtà).
8 ) Chuck Bass
Costui è il personaggio marcio di Gossip Girl. Si rovina e cerca di rovinare chiunque non gli piaccia/gli piaccia troppo senza perdere l’attitudine stylish indossando sciarpe dalle fantasie vivaci, abiti colorati e papillons. L’attore che lo interpreta è anche leader di un gruppo musicale chiamato “Filthy Youth” del quale non saprei dire molto perchè non è che abbia fatto caso all’audio quindi lui e gli amichetti, per quanto ne so, potrebbero cantare jodel sulla bellezza del Monte Bondone.
9) Gli chef di Gambero Rosso Tv
Col budget di una cena per 2 in ristorante si possono sfamare 12 amici a casa seguendo le indicazioni dei vari cuochi superstar che ci svelano i trucchi del mestiere.
C’è crisi.
Avvalendoci della filosofia del DIY tutti noi possiamo cucinare il “Timballo di ghiandola pineale di tonno albino in crosta lilla” di Luigi Pomata.
10) I Blur
I fanciulli rientrano nel fenomeno Amarcord’90 di cui sopra e si è tutti curiosi di vedere se Coxon è in forma, James mi si è davvero decocainizzato (in un reality della BBC lo hanno mandato in Colombia a seguire il processo di produzione della cipria preferita dalle modelle e a intervistare le popolazioni locali addette ai lavori col ciuffato bassista conseguentemente diviso fra compassione e astinenza) e soprattutto se Albarn s’è imbolsito o cosa.
Faranno qualcosa di nuovo?
Riusciranno a pagarsi i debiti?
A ricevere i primi pomodori, eventualmente, si travestiranno da Gorillaz?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: